Lastre

Senza dover utilizzare la ‘’meccanica delle strutture’’, diciamo che le lastre di pietra lavica dell’Etna sono elementi semilavorati che si ottengono dalla segagione dei blocchi di basalto riquadrati al filo. Esse hanno naturalmente dei lati che devono essere perfettamente paralleli; inoltre assume importanza primaria la planarità delle superfici che prive di imperfezioni e sgradevoli striature non possono mostrare buchi o procinti di rottura. Altrettanto importante è lo spessore della lastra che non deve mai superare le tolleranze di norma. La F.lli Lizzio per prima, dal 1980, produce lastre di pietra lavica con appositi macchinari, il cui impiego ha permesso lo sviluppo di questo settore, e la conoscenza del nostro basalto nel campo del marmo; prima infatti erano note solo lastre di marmo o granito; quindi grazie all’innovazione tecnologica e mediante l’impiego di metodi estrattivi moderni che consentono l’estrazione di blocchi appropriati, oggi siamo in grado di fornire, ai nostri depositi in Italia ed all’estero, lastre delle dimensioni minime di 100x50x0,7 cm e dimensioni massime di 400×200 cm.

Rigate

È una forma di finitura superficiale che si presta per manufatti di pietra lavica levigati, lucidi o anche precedentemente bocciardati. Leggi altro

Resinate

Normalmente la resinatura è una operazione di consolidamento e di rinforzo mediante la quale materiali fragili e difettosi vengono risanati per conferire loro maggior solidità. Leggi altro

Calibrate

La fase di calibratura della Pietra Lavica dell’Etna serve per il contenimento della planarità e dello spessore del manufatto, realizzato secondo vari moduli od in lastre, entro valori di tolleranza concordati con il cliente prima della commessa; si tratta di spianare la superficie asportando le eccedenze di materiale e minimizzando tutte quelle irregolarità prodottesi in fase di segagione. Leggi altro

Spazzolate / Anticate

La spazzolatura della Pietra Lavica dell’Etna estratta dalla nostra cava di Belpasso consiste nel rendere la superficie leggermente mossa ma perfetta nella planarità, semi-lucida opaca, non riflettente. Leggi altro

Bocciardate Extra

La Bocciardatura è una delle forme più antiche di trattamento rustico della superficie del nostro Basalto, adottata soprattutto per rivestimenti di pavimentazioni esterne, perché conferisce alla superficie un particolare aspetto scolpito, scabro ed in rilievo, ed agisce, prima sul colore grigio tipico della pietra lavica  ed anche sulla sua tessitura.
Leggi altro

Lucide

La lucidatura della pietra lavica estratta dalla nostra cava di Belpasso / Camporotondo Etneo consiste nel rendere la superficie lucida, perfettamente piana e riflettente a specchio.
Leggi altro

Levigate

La levigatura della pietra lavica consiste nel rendere la superficie liscia, perfettamente piana ed opaca non riflettente. Essa si ottiene con quella che viene chiamata «chiusura» del Basalto tramite specifica applicazione di abrasivi a grana progressivamente più fine. Leggi altro

Grezze

La Pietra Lavica piano sega si ottiene con l’azione dei dischi diamantati delle tagliablocchi o con l’azione congiunta della macchina multifilo ed è pertanto semi-levigata.

Leggi altro